Cultura virtuale? Si può (e ti aiuta con la scuola)

Cultura virtuale? Si può (e ti aiuta con la scuola) 30 Marzo 2020

In questi giorni di emergenza sanitaria, in cui è vietato frequentare luoghi pubblici e stare vicini fisicamente, anche tutto ciò che è cultura subisce un duro colpo. Ma se non andiamo al cinema, al teatro, ai concerti, alle presentazioni di libri, ai corsi, alle conferenze, che possiamo fare?

Certo, ognuno di noi ha una lista di libri, film, serie tv da guardare, ma siamo esseri sociali, sentiamo comunque il bisogno di condividere con gli altri le nostre emozioni.

Allora, che fare?
Non scoraggiamoci, è possibile vivere la cultura in modo diverso, in modo virtuale. I tempi e i mezzi tecnologici lo consentono, per fortuna!

Stanno nascendo molte iniziative che originano da un pensiero comune – come possono svolgersi le iniziative culturali al tempo del coronavirus –  e hanno un obiettivo: creare collettività.

 

Letteratura

Dantedì: il 25 marzo, su iniziativa del Mibac, è stato istituita una giornata dedicata a Dante Alighieri. Il giorno scelto coincide con la data designata come inizio del viaggio di dante nell’Aldilà. Data l’emergenza sanitaria, le celebrazioni, denominata Dantedì, non hanno potuto svolgersi come previsto, ma l’iniziativa si è invece trasferita online e sui media. Gli appuntamenti sono stati moltissimi e sono tutti contrassegnati dagli hashtag #Dantedì e #ioLeggoDante.

Eccone alcuni:

  • su RaiCultura lo speciale con tanti approfondimenti
  • su RaiPlay pillole d’archivio di grandi attori, e non solo, che leggono le più famose terzine della Divina Commedia
  • su youtube, dantedì 2020 ti presenta molto materiale e altro ne trovi nel canale mibact
  • rai5, RaiStoria e RaiCultura dedicato gran parte del loro palinsesto ad approfondimenti su Dante

Decamerone 2020: una pagina Facebook che ti dà l’occasione di (ri)leggere il Decamerone di Boccaccio. “10 giornate, oltre 100 lettori, un video ogni ora per non fermare la cultura”. Oltre 100 tra operatori culturali, artisti, librai, gestori di locali, semplici fruitori, provenienti da numerose città d’Italia, leggono integralmente (ognuno a modo proprio), per 10 giornate, il Decamerone, a partire dalle 10 di mattina del 29 febbraio. Leggi il progetto. Guarda i video

#Ilbelcontagio: una campagna culturale, una pagina Facebook, un’iniziativa aperta a tutti, che nasce dalla constatazione che la cultura teatrale manca, in questi giorni di chiusura dei teatri e degli spettacoli dal vivo. Con l’hashtag #ilbelcontagio si può diffondere il più bel contagio, quello della cultura. Leggi il progetto.

Puoi partecipare al progetto con la tua adesione inviando una mail a ilbelcontagio@gmail.com; puoi diffondere il contagio rilanciando sui tuoi canali i video con l’hashtag #ilbelcontagio

Puoi partecipare direttamente in questo modo:

  • realizzi un tuo video tra i 30” e i 59”. Nel video puoi leggere, interpretare, reinventare, con grande libertà, un brano che ti ha ispirato o semplicemente lanciare un messaggio sul tema del “bel contagio” di cultura e teatro. Le prime parole del video devono essere “Il mio bel contagio è…” (e devi dire qual è il contagio di cui ci parli: un autore, il titolo di un libro o di uno spettacolo, il titolo della tua idea, sogno, progetto…)
  • Mandi a queste 5 persone a tua scelta questo messaggio, chiedendo di loro partecipare e di diffondere #ilbelcontagio
  • Carichi il video su youtube con l’hashtag #ilbelcontagio; se hai un canale youtube è meglio, altrimenti puoi caricarlo sulla pagina Facebook,  oppure puoi inviarlo usando wetransfer a ilbelcontagio@gmail.com
  • Mandi una mail all’indirizzo ilbelcontagio@gmail.com con il link al tuo video
  • se risponde ai requisiti sopra elencati, il tuo video verrà inserito nella playlist #ilbelcontagio
  • il tuo video verrà condiviso anche dagli aderenti alla campagna #ilbelcontagio

 

Libri

Presentazioni virtuali: se ami la lettura e le presentazioni di libri, stai soffrendo per la loro mancanza. La giornalista e scrittrice Serena Uccello ha lanciato su Facebook un’iniziativa che coinvolge i libri in uscita: ospitare sui propri profili piccole presentazioni e organizzare una rete di presentazioni condivise.

Magicbox: una bella iniziativa a cura di Beatrice Faedi, attrice ed educatrice, su Facebook. Nella pagina MAGICBOX ascolta, ti sento tantissimi video di letture di brani dai libri consigliati dai lettori.

Didattica a distanza

Metodi e strumenti per didattica a distanzaIniziativa lanciata da Indire per superare l’emergenza COVID-19 e, al contempo, sperimentare soluzioni per la didattica a distanza con metodologie e strumenti innovativi.
“Una solidarietà che si realizza grazie al supporto delle reti di scuole del Movimento «Avanguardie educative» e del Movimento delle «Piccole Scuole» pronte a collaborare con i docenti e i dirigenti scolastici degli istituti scolastici che ne faranno richiesta. L’accesso ai webinar è libero, nello spirito che anima questi Movimenti di scuole: mettere in atto, diffondere e condividere buone pratiche a sostegno dei processi d’innovazione per il nostro sistema scolastico.”

Altri contenuti dedicati alla didattica a distanza sono disponibili, ad esempio, su Rai per la didattica e RaiCultura Speciale scuola 2020.

 

Corsi a distanza

Perché non approfittare del maggior tempo passato in casa per fare un corso a distanza gratuito? Ce ne sono moltissimi, ne abbiamo parlato in un articolo sui MOOC.

 

Arte

Di come godere virtualmente delle bellezze artistiche, con documentari, visite musei e monumenti e altro, parliamo in questo articolo.

 

E tanto altro

Puoi trovare molti altri spunti su Solidarietà Digitale, iniziativa del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale per ridurre l’impatto sociale ed economico del Covid-19 grazie a soluzioni e servizi innovativi.

Il sito riunisce iniziative di realtà private che mettono a disposizione servizi e soluzioni per migliorare la nostra vita in questo momento, permettendoci di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning

Il sito è in continuo aggiornamento, perciò stay tuned!

 

Informazioni aggiornate al 30 marzo 2020

 

 

 

Foto: AlexAntropov86