Cercare Lavoro

Risorse, strategie e strumenti per la ricerca del lavoro

Cercare lavoro… è un lavoro!

Richiede strategia e strumenti. È un percorso in cui:

il curriculum è lo strumento essenziale

deve essere chiaro e completo: scrivilo con attenzione e tienilo aggiornato!

Il colloquio è il momento cruciale

in cui ti giochi le tue carte: affrontalo preparato!

il contratto è ciò a cui aspiri

la conclusione positiva della tua ricerca: è importante conoscerne i contenuti principali.

impiegata al computer

Risorse e strumenti utili

Gli strumenti che puoi utilizzare nella tua ricerca attiva sono tanti e saranno più efficaci se usati in sinergia!

Puoi auto-candidarti, rispondere agli annunci di lavoro (anche online), rivolgerti ai servizi per il lavoro, auto-promuoverti tramite i social network…

In questo elenco abbiamo raccolto consigli, contatti e risorse per orientarti nella ricerca.

Cos’è l’autocandidatura?

Consiste nell’inviare il tuo curriculum alle aziende affinché ti tengano in considerazione in caso di assunzioni. Perché sia efficace richiede alcuni passaggi.

  • Esamina i tuoi interessi e le tue attitudini: elenca ciò che sai (conoscenze) e ciò che sai fare (competenze). Se non ci riesci, puoi farti aiutare da un servizio di orientamento.

  • Costruisci un indirizzario ragionato, cioè un elenco di aziende e realtà a cui desideri spedire il tuo curriculum.

  • Candidati solo a posizioni che realisticamente puoi ricoprire.

 

Strumenti utili per il tuo indirizzario

PagineGialle, elenco telefonico delle imprese e dei professionisti; usa la ricerca per categorie

Infoimprese, archivio del registro delle imprese delle Camere di commercio; usa la ricerca avanzata

Fiere del lavoro e dei settori che ti interessano, per prendere contatti e lasciare il curriculum

 

Consigli pratici per inviare il tuo curriculum

  • usa l’invio digitale: l’e-mail o il form che trovi sul portale dell’azienda

  • per candidarti in negozi e in ambito ristorativo consegnalo a mano, salvo diverse indicazioni

  • fai riferimento all’ufficio competente – risorse umane, del personale ecc. – evitando il contatto generico

  • unisci una mail di accompagnamento

  • dopo una decina di giorni, telefona all’ufficio referente per sapere se è possibile fissare un colloquio

  • annota il nome delle aziende che contatti, settore di attività, data di invio, nome del referente ed esito dell’invio

Dove trovare gli annunci di lavoro

Puoi trovare annunci: sui quotidiani nazionali e locali, su siti specializzati in incontro domanda-offerta, sui siti delle aziende alle voci “Lavora con noi”, “Carriere” ecc., presso gli Informagiovani, le Agenzie Per il Lavoro (APL), i Centri per l’impiego e, infine, sulle bacheche dei luoghi pubblici (università, supermercati ecc.). Rispondi solo alle inserzioni in linea con il tuo curriculum.

 

Quando ti candidi

  • cita l’annuncio con precisione (figura ricercata, data e luogo di pubblicazione)

  • usa le modalità di contatto indicate nell’annuncio (non telefonare se c’è scritto di inviare una mail)

  • esplicita il possesso dei requisiti indicati nell’inserzione

  • indirizza la candidatura alla persona indicata nell’inserzione come referente

  • … ricordati di allegare il curriculum!

Molti quotidiani hanno una sezione online dedicata alla ricerca del lavoro che vale la pena consultare regolarmente.
Inoltre, ci sono portali – e sono ormai tantissimi – interamente dedicati a inserzioni di lavoro. Non sono tutti uguali: alcuni sono affidabili e utili, altri è meglio lasciarli perdere.

 

Qualche trucco per trovare siti affidabili

  • scegli siti a pagamento per  le aziende; li riconosci dalla presenza di una sezione dedicata nel menu

  • diffida dei siti che riportano loghi di marchi famosi in evidenza: normalmente le aziende non concedono la pubblicazione dei loghi

  • le inserzioni devono essere recenti e variare: se sono vecchie e non cambiano, c’è qualcosa che non quadra; verifica la data di pubblicazione degli annunci

 

Aggiungiamo la regola fondamentale: diffida degli annunci generici, nebulosi o che promettono compensi elevati.
Le informazioni che in un annuncio serio non devono assolutamente mancare sono: nome dell’azienda o campo di attività, posizione offerta e mansioni da svolgere, requisiti del candidato, sede di lavoro, modalità di contatto.

Non è sempre necessario possedere tutti i requisiti indicati nell’annuncio, valuta caso per caso se candidarti ugualmente. Un esempio: se l’annuncio richiede una qualifica di cuoco e 3 anni di esperienza e ti sei appena diplomato cuoco, lascia perdere; se invece hai esperienza, ma un po’ inferiore a quella indicata (es. 2 anni), provaci!

 

Elenco di siti per la tua ricerca di inserzioni

Per la tua ricerca del lavoro puoi rivolgerti a:

 

Centri per l’impiego

Sono strutture pubbliche coordinate dalle Regioni o dalle Province autonome. Si occupano di incontro tra domanda e offerta di lavoro e promuovono interventi di politica attiva del lavoro; svolgono inoltre attività amministrative, come l’iscrizione alle liste di mobilità e agli elenchi delle categorie protette, le cessazioni dei rapporti di lavoro e il rilascio del certificato di disoccupazione.

Per usufruire dei servizi devi recarti al centro per l’impiego di riferimento del tuo comune di residenza.

 

Agenzie per il lavoro

Sono operatori privati autorizzati dal Ministero del lavoro. Svolgono attività di somministrazione di lavoro, intermediazione, ricerca e selezione di personale e supporto alla ricollocazione professionale.

I servizi sono gratuiti e per usufruirne devi sostenere un colloquio e chiedere di essere inserito nel loro database.

Puoi anche utilizzare l’iscrizione tramite il portale dell’agenzia; in tal caso, ricorda che più informazioni inserisci nel tuo curriculum, maggiori possibilità avrai di trovare il lavoro che cerchi.

 

Come trovarli

Puoi trovare i centri per l’impiego e le agenzie per il lavoro tramite il motore di ricerca del portale ANPAL (Agenzia Nazionale Politche Attive del Lavoro).

Non c’è ricerca del lavoro che possa escludere il web. Ecco come internet ti può essere utile:

  • naviga nel sito delle aziende a cui vuoi mandare il curriculum per conoscerne organizzazione e attività; in genere hanno una sezione Career o Lavora con noi da cui inviare il curriculum

  • utilizza i portali per l’incontro domanda/offerta (recruitment online), ormai numerosissimi, per consultare offerte, candidarti e inserire il curriculum

 

Alcuni accorgimenti per evitare siti inaffidabili

  • leggi attentamente la pagina di presentazione su finalità e servizi offerti

  • controlla quanti annunci compaiono e il loro stato di aggiornamento

  • informati su quale società gestisce il sito

  • verifica l’esistenza delle aziende che compaiono negli annunci usando infoimprese

  • assicurati che sia garantito il rispetto della privacy e la tutela dei dati personali

  • controlla quanto tempo il curriculum resta visibile

 

Siti utili per la tua ricerca

Ormai lo sai: la tua ricerca del lavoro passa anche attraverso le relazioni sociali, virtuali o reali che siano.

 

Linkedin

Esistono social network appositamente dedicati allo sviluppo di una rete di contatti professionali affidabili. Sono nati per consentire di mettere on line il proprio curriculum e far incontrare chi cerca lavoro con le aziende.

Il più importante è Linkedin: milioni di utenti iscritti nel mondo, centinaia di migliaia le aziende presenti; per questo non deve mancare tra i tuoi strumenti di ricerca del lavoro.

L’iscrizione è gratuita – solo alcuni servizi opzionali sono a pagamento – e ti consente di:

  • tenere i contatti con colleghi e compagni di studi

  • scoprire opportunità professionali

  • acquisire informazioni e condividerle

  • entrare in contatto con aziende

 

Alcuni consigli su come costruire al meglio il tuo profilo Linkedin

  • immagine: scegli una foto recente in cui sei ben visibile e che ti rappresenti in modo professionale

  • sommario: chi sei, cosa fai, come lo fai, usando le parole chiave del tuo settore

  • esperienze lavorative: sii preciso nei dati che fornisci e indica i traguardi che hai raggiunto

  • campo licenze: compilalo con attenzione, aiuterai il selezionatore a conoscere le tue competenze certificate

  • volontariato: inserisci le tue esperienze, servono a far capire quali sono i valori in cui credi e ai quali dedichi il tuo tempo

  • competenze e conferme: solo quelle che ritieni ti differenzino, concentrandoti sulle prime 3

  • segnalazioni: le recensioni di superiori e colleghi possono dare una spinta al tuo profilo

  • profilo multilingue: usalo se vuoi essere preso in considerazione anche da utenti stranieri

 

Alcuni consigli sull’interazione in Linkedin

  • richieste di collegamenti: non è necessario accettarle tutte, anzi, è opportuno accettare solo quelle utili alla tua rete

  • gruppi: sono molto utili che confrontarsi con colleghi del settore

  • post: interagisci quotidianamente con quelli più importanti dei tuoi colleghi e se condividi aggiungi il tuo punto di vista

  • stile comunicativo: scegli il tuo stile e restagli fedele; può essere più formale o più amichevole, ma mai spocchioso

  • #hashtag: usali nei tuoi post e segui quelli più importanti per il tuo settore

 

Gli altri Social Network, la web reputation, le relazioni sociali

Anche i social media come Facebook, Twitter, Instagram ecc. possono essere utilizzati per la ricerca di lavoro, in quanto fonti di contatti. Ricordati, però, che anche i selezionatori guardano i profili social dei potenziali candidati e cercano informazioni in internet. Ne deriva che devi fare attenzione alla tua “reputazione digitale”, cioè a ciò che pubblichi e all’immagine di te che ne deriva.

Non sottovalutare l’importanza delle relazioni sociali per la tua ricerca di lavoro: le statistiche rilevano che una percentuale molto elevata di occupazioni è stata trovata con il classico “passaparola”. Perciò, spargi la voce tra amici, parenti, conoscenti, ex datori di lavoro, compagni di studi, eventualmente consegnando il tuo curriculum. Parla e confrontati con loro: potrebbero scaturirne informazioni preziose!