Professioni della montagna

Professioni della montagna 25 maggio 2016

La montagna è la tua passione? Fanne la tua professione!

Per diventare un professionista della montagna è necessario seguire un percorso formativo specifico per ciascuna figura professionale.

Ecco quali sono:

  • aspirante guida alpina
  • guida alpina – maestro di alpinismo
  • accompagnatore di media montagna

Tutte le professioni prevedono: una selezione, un corso di formazione, un esame di abilitazione, l’iscrizione al relativo collegio.

I corsi di formazione sono organizzati dai poli formativi. Attualmente operano in Italia cinque poli formativi: Valle D’Aosta, Alto Adige, Trentino, Lombardia e Interregionale (Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Marche).
In questo articolo ci occupiamo dei percorsi formativi e di accesso alle professione previsti in Lombardia.

 

Aspirante guida alpina

 

Profilo professionale

Aspirante guida e guida alpina sono le uniche figure professionali che possono offrire prestazioni di accompagnamento in ambiente montano ed insegnamento delle tecniche alpinistiche.
L’aspirante guida è una figura professionale che, entro certi limiti, può esercitare la professione accompagnando i propri clienti.

 

Formazione

Per diventare aspirante guida alpina occorre frequentare un corso di formazione, preceduto da un corso propedeutico.

Corso propedeutico: è costituito da moduli informativi  sulle prospettive occupazionali, sui prerequisiti tecnici individuali (prove attitudinali) e sul curriculum minimo richiesto per accedere ai corsi di formazione per l’abilitazione alla professione di guida.
La partecipazione è consentita solo a persone in condizioni psico-fisiche ottimali per la pratica delle discipline alpinistiche, già esperte di montagna e con attrezzatura adeguata.

Corso di formazione: dura 90 giorni e mira ad ampliare le conoscenze e a perfezionare le abilità operative; l’accesso al corso è subordinato al superamento di prove attitudinali indette dalla Regione Lombardia normalmente per il mese di giugno con cadenza biennale.

Requisiti di ammissione:

  • maggiore età
  • curriculum alpinistico dettagliato

Le prove attitudinali si articolano in prove tecnico-pratiche e in un colloquio di presentazione del curriculum alpinistico.
Per poter accedere al corso di formazione è necessario aver riportato la sufficienza in tutte le prove.
Al termine del corso si sostiene l’esame per conseguire l’abilitazione professionale.

 

Accesso alla professione

Per svolgere la professione, dopo aver superato l’esame di abilitazione, è necessario iscriversi al collegio regionale delle guide alpine.

 

Guida alpina – Maestro di alpinismo

 

Profilo professionale

Si occupa di:

  • arrampicata su roccia naturale – accompagnamento ed insegnamento
  • alta montagna e ghiaccio – accompagnamento ed insegnamento
  • scialpinismo – accompagnamento ed insegnamento
  • escursionismo – accompagnamento ed insegnamento
  • soccorso in montagna
  • sovraintendenza a lavori in quota con funi
  • torrentismo o canyoning
  • direzione pista e sicurezza nei comprensori sciistici
  • attrezzatura di falesie per l’arrampicata
  • educazione ambientale
  • accompagnamento nelle aree protette
  • consulenze per aziende nel settore sport e sicurezza
  • educazione, sviluppo e consolidamento delle abilità motorie nell’età evolutiva
  • formazione tecnica degli addetti ai lavori temporanei in quota su funi
  • nordic walking

 

Formazione

Per diventare guida alpina – maestro di alpinismo è necessario frequentare un corso di complessivi 23 giorni che serve a ampliare le conoscenze e le abilità acquisite con il corso di aspirante guida alpina.

Al termine del corso si sostiene l’esame per conseguire l’abilitazione professionale.

 

Accesso alla professione

Per svolgere la professione, dopo aver superato l’esame di abilitazione, è necessario iscriversi al collegio regionale delle guide alpine.

 

Accompagnatore di media montagna

 

Profilo professionale

Si occupa di accompagnamento su terreni escursionistici dove non è richiesto l’uso di tecniche ed attrezzature alpinistiche.
Oltre a conoscere e attuare gli aspetti tecnici tipici dell’escursionismo,  è preparato a divulgare gli aspetti culturali che caratterizzano la montagna, sia naturalistici che antropologici.

 

Formazione

Per diventare accompagnatore di media montagna è necessario seguire un corso propedeutico e un corso di formazione, il cui superamento dà l’abilitazione all’esercizio della professione nella regione in cui è stata conseguita.

Corso propedeutico: è costituito da moduli informativi sul profilo professionale, le prospettive occupazionali, i prerequisiti tecnici individuali e sul curriculum minimo richiesto per accedere ai corsi  per l’abilitazione alla professione di accompagnatore di media montagna.
La partecipazione è consentita solo a persone in condizioni psico-fisiche ottimali per la pratica delle discipline alpinistiche, già esperte di montagna e con attrezzatura adeguata.

Corso di formazione: mira ad ampliare le conoscenze e a perfezionare le abilità operative.

L’accesso al corso  è subordinato al superamento di prove attitudinali indette dalla Regione Lombardia normalmente per il mese di settembre con cadenza triennale.

Requisiti di ammissione::

  • maggiore età
  • curriculum escursionistico dettagliato

Le prove attitudinali si articolano in prove tecnico-pratiche e in un colloquio di discussione del curriculum escursionistico.
Per poter accedere al corso di formazione è necessario aver riportato la sufficienza in tutte le prove.
Al termine del corso si sostiene l’esame per conseguire l’abilitazione professionale.

 

Accesso alla professione

Per svolgere la professione, dopo aver superato l’esame di abilitazione, è necessario iscriversi al collegio regionale delle guide alpine.

 

Collegi professionali e approfondimenti

 

Informazioni aggiornate a: maggio 2016

 

 

Photo by Hans