Agenda 2030, cambiare il mondo. Obiettivo 1: sconfiggere la povertà

Agenda 2030, cambiare il mondo. Obiettivo 1: sconfiggere la povertà 17 Novembre 2022

Non hai mai sentito parlare dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile? Sai cos’è ma vorresti approfondirne i contenuti? Niente paura, te la spieghiamo in questo articolo! (E nei successivi).

Per la parte introduttiva ad Agenda 2030 ti rimandiamo al primo articolo di questa serie. Gli articoli successivi sono dedicati all’approfondimento di uno dei 17 obiettivi di Agenda 2030.

Trovi tutti gli articoli su Agenda 2030 nella tag cambiareilmondo.

 

Obiettivo 1: Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo

Povertà è la condizione di chi scarseggia delle cose necessarie per una normale sussistenza, dice il vocabolario.

Povertà nel mondo in concreto significa fame e malnutrizione, mancanza di cure mediche e morte per malattie banali, carenza di istruzione e mancato accesso ai servizi di base.

La povertà porta con sé discriminazione ed esclusione sociale e impedisce la partecipazione ai processi decisionali.

 

Leggi questi dati:

– 836 milioni di persone vivono ancora in povertà estrema

– circa una persona su cinque nelle regioni in via sviluppo vive con meno di 1,25 dollari al giorno; la stragrande maggioranza di loro appartiene all’ Asia meridionale e all’Africa subsahariana

– un bambino al di sotto dei cinque anni su sette non possiede un’altezza adeguata alla sua età

– elevati indici di povertà sono frequenti nei paesi piccoli, fragili e colpiti da conflitti

Gli indici di povertà estrema si sono ridotti di più della metà dal 1990. È un risultato notevole, ma ci sono ancora molti milioni di persone che vivono con poco più di un dollaro al giorno. Questo significa che moltissimo deve essere ancora fatto per sconfiggere la povertà.

 

I traguardi di Agenda 2030

I traguardi che l’agenda si prefigge entro il 2030 sono:

  • eradicare la povertà estrema per tutte le persone in tutto il mondo, attualmente misurata sulla base di coloro che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno

  • ridurre almeno della metà la quota di uomini, donne e bambini di tutte le età che vivono in povertà in tutte le sue forme, secondo le definizioni nazionali

  • implementare a livello nazionale adeguati sistemi di protezione sociale e misure di sicurezza per tutti, compresi i livelli più bassi e raggiungere una notevole copertura delle persone povere e vulnerabile

  • assicurare che tutti gli uomini e le donne, in particolare i più poveri e vulnerabili, abbiano uguali diritti alle risorse economiche, insieme all’accesso ai servizi di base, proprietà privata, controllo su terreni e altre forme di proprietà, eredità, risorse naturali, nuove tecnologie appropriate e servizi finanziari, tra cui la microfinanza

  • rinforzare la resilienza dei poveri e di coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità e ridurre la loro esposizione e vulnerabilità ad eventi climatici estremi, catastrofi e shock economici, sociali e ambientali

In che modo?

  • Garantire una adeguata mobilitazione di risorse da diverse fonti, anche attraverso la cooperazione allo sviluppo, al fine di fornire mezzi adeguati e affidabili per i paesi in via di sviluppo, in particolare i paesi meno sviluppati, attuando programmi e politiche per porre fine alla povertà in tutte le sue forme

  • Creare solidi sistemi di politiche a livello nazionale, regionale e internazionale, basati su strategie di sviluppo a favore dei poveri e sensibili alle differenze di genere, per sostenere investimenti accelerati nelle azioni di lotta alla povertà

Sono traguardi importanti e impegnativi, che coinvolgeranno le nazioni e i governi negli anni a seguire.

 

E noi cosa possiamo fare?

Pensi che sconfiggere la povertà sia un impegno solo per governi e nazioni? Non è vero: un mondo migliore dipende soprattutto da ognuno di noi, da come scegliamo di vivere, dalle azioni che compiamo quotidianamente.

E tu, cosa vuoi fare per aiutare a sconfiggere la povertà?

Di seguito trovi un elenco di azioni alla portata di tutti. Accetta la sfida, scegline almeno una!

  • acquista prodotti del mercato equo e solidale per supportare il commercio sostenibile; li trovi nei negozi specializzati, nei supermercati, nei negozi on line

  • per il tuo compleanno dai ai tuoi amici la possibilità di fare donazioni in denaro a un’organizzazione benefica scelta da te

  • ogni volta che puoi, dona cibo, vestiario o beni di prima necessità a una persona in difficoltà che conosci (un vicino di casa, un senzatetto…)

  • Scrivi qualcosa sul tema della povertà, ad esempio un articolo sul giornale scolastico, un post sui social, un articolo sul tuo blog

  • sostieni un bambino a distanza in modo che possa avere accesso a cibo, istruzione e cure mediche

  • insegna le tue abilità a qualcuno che non può permettersi un corso: informatica, scrivere un curriculum, utilizzare internet, una lingua…

  • fai volontariato in rifugi per senzatetto

 

Per approfondire con cinema e tv

Sei appassionato di cinema? Ti va di approfondire l’argomento trattato in questo articolo? Ti consigliamo la visione di 1 film e un documentario.

Cos’è la povertà? Te lo mostra “Le ceneri di Angela” (trailer) è un film sulla condizione degli Irlandesi immigrati in America. Tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Frank McCourt, la regia è di Alan Parker.

L’impatto devastante di povertà e degrado sulla vita dei bambini. “Cafarnao“, film del 2018 diretto da Nadine Labaki ci racconta di un un dodicenne cresciuto in un quartiere povero di Beirut in una famiglia disfunzionale. Fa causa ai suoi genitori per averlo “messo al mondo”, condannandolo a una vita miserabile, tra reati, droga, povertà. Lo puoi vedere integralmente in streaming.

Sotto lo stesso cielo” è un cortometraggio a cura di AIFO sulla povertà nel mondo; lo puoi vedere integralmente su Youtube (parte prima, parte seconda)

 

 

Articolo precedente: Agenda 2030: insieme possiamo cambiare il mondo
Articolo successivo: Agenda 2030, cambiare il mondo. Obiettivo 2: sconfiggere la fame

Segui la tag cambiareilmondo per leggere gli altri articoli su Agenda 2030.

 

 

Foto: vleyva da Pixabay