Scuola o università in Svezia

Scuola o università in Svezia 20 Giugno 2019
Scuola superiore in Svezia

Ti piacerebbe frequentare una scuola superiore all’estero, in Svezia, per esempio, e non sai cosa significa Hur mår du?, Hur är det?, Vad heter du? o, semplicemente, Tack?

Non c’è problema.

Come dice l’articolo In Svezia, dove libri e mensa sono gratuiti, e a scuola si gioca e si sta all’aperto (2016), in Svezia, appunto, “c’è la possibilità di scegliere tra un istituto in cui la lingua d’insegnamento è lo svedese, uno in cui l’insegnamento è al 50% in svedese e il restante in inglese, e infine esiste l’opzione <scuola internazionale>, in cui tutte le lezioni si tengono in inglese. Va specificato che i 2/3 degli svedesi sono bilingui e che, comunque, parlando inglese si è compresi ovunque: al supermercato e al mercatino rionale, alle poste, nelle banche e perfino ai giardini pubblici, se si desidera scambiare due chiacchiere con persone di qualunque età.”

Un modo di frequentare un anno (o 2 mesi) di scuola in Svezia – se hai almeno 14 anni e se la tua scuola partecipa a un progetto di scambi tra scuole europee – è partire con Erasmus+ (sì, Erasmus+ non è solo per studenti universitari!).

Sei ospitato da una famiglia e ricevi dalla tua scuola un’indennità mensile per pagare trasporti, materiali didattici, ecc.

La tua scuola e la scuola ospitante concordano in un contratto formativo (learning agreement) il programma di studio e il riconoscimento della tua esperienza. Infatti, “le esperienze di studio e formazione all’estero degli studenti sono considerate parte integrante dei percorsi di formazione e istruzione […] partecipare a esperienze di studio o formazione all’estero significa mettere alla prova risorse cognitive, affettive e relazionali riconfigurando valori, identità, comportamenti e apprendimenti. Essere <stranieri> in una famiglia e in una scuola diverse dalle proprie contribuisce a sviluppare competenze di tipo trasversale, oltre a quelle più specifiche legate alle discipline. Imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare a orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale utilizzando <le mappe> di una cultura altra esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio” (MIUR 2013).

Un altro modo di frequentare un anno di scuola in Svezia è affidarsi a un’agenzia che organizza il tutto – viaggi, ospitalità in famiglia, iscrizione a scuola, corso di lingua. Le agenzie sono: intercultura, sts education, astudy, youabroad, interstudio viaggi.

Sul sito di Eurydice – la rete europea di informazione sull’istruzione – puoi scoprire le caratteristiche principali del sistema scolastico in Svezia (2012).

In internet trovi anche molti resoconti di giovani che hanno fatto con la propria scuola uno scambio culturale con una scuola svedese.

Per esempio, raccontano che “in Svezia gli studenti non indossano le scarpe all’interno della scuola e poi non esistono forme di cortesia come il <Lei> in italiano” (Liceo Macchiavelli di Roma) oppure “Le lezioni finiscono ogni giorno a un orario diverso, compreso di solito tra le 3 e le 4 del pomeriggio. La mattina, invece, l’inizio è fissato per tutti alle 8 e 40. Per questo motivo la scuola mette a disposizione una mensa accessibile a tutti gli studenti della scuola” (Liceo Slapater di Gorizia).

Uno speciale di Raiscuola dice: “In Svezia il colloquio scolastico non avviene tra le maestre e i genitori, ma tra la maestra e l’alunno in presenza di un genitore”.

Università in Svezia

Con l’Erasmus puoi frequentare un’università svedese per 6 mesi o 1 anno – come, per esempio, il bresciano Andrea Zanetti che racconta la sua esperienza nel blog Erasmus in Sweden.

Oppure puoi iscriverti a un’università svedese e seguire l’intero corso di studi in Svezia.

Come scritto nel nostro articolo Välkommen till landet lagom! (Benvenuto nella terra lagom), il sito Study in Sweden “contiene tutte le informazioni e i link di cui potresti aver bisogno se decidessi di studiare lì. Se hai dubbi o domande, molto probabilmente lì troverai le risposte, tutte anche in inglese“.

Il sito è gestito dal Svenska Insitutet, l’agenzia svedese per la promozione della Svezia all’estero, e rimanda per lo più a University admissions, che invece è il sito ufficiale per iscriversi all’università ed è gestito gestito dal Universitets- och högskolerådet, il Consiglio svedese per l’istruzione superiore.

In Study in Sweden trovi, per esempio, informazioni su:

Altre sezioni interessanti sono: studenti con disabilità e riconoscimento dei titoli di studio.

Trovi anche le testimonianze di ex studenti e il blog degli studenti.

La Swedish national Union of students è l’associazione delle associazioni studentesche.

Se sei cittadino dell’Unione europea hai il diritto di lavorare, studiare o vivere in Svezia. Se non sei cittadino dell’Unione europoea chiedi il permesso di soggiorno per studio al Migrationsverket.

Se ti piacerebbe non solo studiare, ma anche lavorare in Svezia, pubblicheremo presto un articolo per te. Nel frattempo pensa che fare ricerca per la tua tesi di laurea in Svezia può aprirti le strade del mondo del lavoro.

Pubblicheremo un articolo anche per chi vuole fare un dottorato in Svezia.

Certificazioni linguistiche

Per iscriverti all’università svedese devi conoscere molto bene l’inglese.

Puoi presentare un diploma di maturità linguistica o classica oppure IELTS Academic, TOEFL iBT, Cambridge Michigan Language Assessments, Pearson PT Academic, Cambridge Assessment English.

Tisus (Test in Swedish for university studies) invece è l’esame di svedese di livello avanzato (livello C1) richiesto per iscriversi a corsi di studio in svedese. È organizzato e gestito dal Dipartimento di lingua svedese e multilinguismo dell’Università di Stoccolma. In Italia puoi fare l’esame all’Università degli studi di Milano.

L’esame è suddivisio in 3 parti: comprensione scritta, produzione scritta, interazione orale. Puoi superarlo (godkänd) oppure no (underkänd). Puoi esercitarti con i modelli di esami.

Swedex è l’esame di svedese di livello base e medio (livello A2, B1, B2). È organizzato e gestito da Folkuniversitetet, l’associazione delle università di Stoccolma, Uppsala, Göteborg, Lund e Umeå che si occupa di corsi per adulti. L’esame è riconosciuto dall’Istituto di Svedese. In Italia puoi fare l’esame all’Ambasciata di Svezia a Roma.

L’esame è suddivisio in 5 parti: comprensione scritta, comprensione orale, produzione scritta, interazione orale, grammatica e vocabolario. Sul sito trovi modelli per simulare l’esame.

Puoi esercitarti anche con i video sul sito Infomation Sverige, dove trovi anche molte altre risorse per studiare e approfondire lo svedese.

Photo by Uppsala Universitet.

Le università di Uppsala e Lund sono le più antiche della Svezia, e Umeå è stata capitale europea della cultura nel 2014.

 

Condividi: