La sofferenza psichica in prosa o poesia, concorso letterario

La sofferenza psichica in prosa o poesia, concorso letterario 3 Giugno 2020

Scadenza: 5 dicembre 2020 (termine posticipato rispetto a quello indicato nel bando)

 

Si intitola “Il confine: tra muri, siepi e ponti” il concorso letterario promosso dall’Associazione Il Chiaro del Bosco ONLUS in collaborazione con il gruppo del progetto Recovery.net.

 

“Scrivere è un luogo per l’ascolto di sé, la revisione, la re-interpretazione, la riflessione. Il narrare di sé contribuisce a dare significato alla realtà, ad appropriarsi della propria storia personale, a dare forma alle proprie emozioni, a ricercare tracce di vita vissuta che, viste sotto nuove angolazioni, diano un senso alle sofferenze, alle difficoltà, agli ostacoli portando alla luce spiragli di speranza.
Le storie e le narrazioni personali possono diventare, in questo senso, percorsi attraverso luoghi e spazi rappresentati da confini personali e sociali.
Confini come muri del pregiudizio, dello stigma e dell’autostigma, della sfiducia, della incomunicabilità, dell’ostilità, dell’indifferenza.
Confini come limiti che costringono a un discernimento e una consapevolezza: quelli che è lecito superare come segni di liberazione, quelli invalicabili per rispetto di noi stessi, degli altri, della madre terra, quelli interiori, da accettare o da trasformare.
Confini come ponti, dove l’incontro tra diversità avviene in spazi-limite tra l’io e il tu e si fondono in un noi foriero di prossimità, condivisione, scambio per tessere legami di libertà.
Confini come siepi leopardiane, che aprono al pensiero creativo, all’immaginazione, al sogno-progetto, alla speranza, alla trascendenza.
Il confine diventa così occasione per prendere contatto con le proprie mappe interiori e di rielaborare esperienze emotive per comprendersi e comprendere meglio la realtà che ci circonda.”

 

Puoi partecipare al concorso se:

  • hai avuto un’esperienza personale con la sofferenza psichica (direttamente o tramite i tuoi familiari)
  • sei maggiorenne
  • sei residente in provincia di Brescia o di Mantova

La partecipazione di operatori, volontari, studenti vicini a persone con sofferenza psichica è ammessa fuori concorso. Fuori concorso sono ammessi anche scritti collettivi.

Il concorso è diviso in 2 categorie: prosa e poesia.

Le opere presentate devono essere anonime, inedite, scritte in lingua italiana, scritte con PC e presentate on line in formato Word (.doc oppure .docx).

 

I premi per la prosa:

1° classificato 500 euro
2° classificato 300 euro
3° classificato 200 euro

I premi per la poesia:

1° classificato 500 euro
2° classificato 300 euro
3° classificato 200 euro

Le opere di ciascuna sezione segnalate dalla giuria dal quarto al decimo posto, saranno pubblicate, unitamente alle premiate, in un volume. Anche le opere fuori concorso ritenute particolarmente meritevoli potranno essere pubblicate nel testo finale. Tutte le opere pervenute, comprese quelle non premiate o fuori concorso, saranno rese disponibili in una sezione speciale del sito dell’associazione. La proprietà letteraria dell’opera resta in ogni caso all’autore.

 

Ulteriori info:

  • +39 392 2032380 (Rossella Micheli)
  • info@ilchiarodelbosco.org

Leggi il regolamento del concorso.

 

 

 

Foto: Free_Photos