Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il Carmine a colori

giovedì 23 Gennaio | 9:00 - 12:00

|Evento ricorrente (vedi tutto)
dall'11 gennaio al 3 febbraio dal martedì al giovedì 9-12; sabato e domenica 16-18.45
Gratuito

La mostra e la pubblicazione nascono grazie alla donazione da parte di Clara Borrani, dell’intero archivio fotografico del padre, scomparso il 30 agosto 2014 all’età di 89 anni. Il Museo oggi conserva, tutela e promuove questo importante fondo fotografico, costituito da lastre di vetro, pellicole 35 mm, stampe vintage e bobine, oltre a libri e cataloghi fotografici e di arte.
Fausto Borrani nacque a Brescia il 6 agosto 1925, a dodici anni iniziò ad avvicinarsi all’arte grazie al padre, disegnatore di case. All’epoca questo ruolo lavorativo era fondamentale, a lui venivano date le misure dei campi e da lì si iniziava a stendere il
progetto che poi veniva approvato dall’architetto. Al padre di Fausto, che all’epoca era anche specializzato in progettazione di grondaie, si devono grandi progetti, tra cui i disegni per la bonifica di Jesolo. La domenica, padre e figlio, muniti di fogli, colori e cavalletto si spostavano in provincia, raggiungevano il Lago di Iseo, Adro, il lago di Garda per esercitarsi immortalando le
bellezze del paesaggio.
Fausto, illustratore e pittore, venne assunto dalla Scuola Editrice appena finito il secondo conflitto mondiale e per ventisei anni prestò la sua opera in questa società. Anche con la pensione proseguì la collaborazione con le maggiori case editrici italiane
realizzando serie di disegni, colorati o in bianco e nero, per enciclopedie e libri per ragazzi tradotti in varie lingue. Creò tavole che, alla gradevolezza compositiva, uniscono l’ estrema precisione scientifica. Se Borrani all’ attività grafica può aver sacrificato per anni la vena creativa, nelle suo opere pittoriche ha raggiunto livelli di indiscussa unicità. Fin dalla giovane età sentì il
trasporto per la pittura, alla quale si è dedicato nei momenti liberi dalla attività editoriale. Fausto Borrani ha sempre riservato amorevole attenzione a Brescia, ai suoi monumenti, agli angoli suggestivi e nascosti, ai suoi antichi portali, alle fontane che, per fedeltà all’originale ed accuratezza esecutiva, si fanno documento, testimonianza. Per realizzare le sue opere grafiche ed i suoi famosi acquarelli (ricordiamo la serie dedicate alle fontane raccolte nel libro “Trenta fontane di Brescia negli acquarelli di
Fausto Borrani” pubblicato da Grafo nel 1991) utilizzò la fotografia, per fermare attraverso immagini a colori le vie, gli edifici ed i dettagli di Brescia.
La mostra raccoglie una serie di fotografie realizzate nel quartiere del Carmine, scelte tra le migliaia presenti nell’archivio, quadrilatero urbano dal fascino unico, in continuo fermento e trasformazione. Le immagini di Borrani lo raccontano a cavallo degli anni ’60/’70/‘80, attraverso il colore che emana l’atmosfera che si respirava nel quartiere prima delle trasformazioni avvenute agli inizi del nuovo millennio. E’ un viaggio in un passato non troppo lontano, in un luogo che ha subito le trasformazioni degli ultimi decenni, trasformazioni che hanno modificato il tessuto urbano e l’aspetto delle abitazioni, hanno cambiando le destinazioni d’uso dei negozi, facendo però rimanere ancora oggi il Carmine il cuore pulsante della città, mettendo in rilievo la sua anima più vera, più popolare ed autentica.

Dettagli

Data:
giovedì 23 Gennaio
Ora:
9:00 - 12:00
Prezzo:
Gratuito
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

Museo Nazionale della Fotografia
Telefono:
+39 030 49137
Email:
museoobrescia@museoescia.n
Sito web:
http://www.museobrescia.net/it/

Luogo

Museo Nazionale della Fotografia
contrada del Carmine 2/f
Brescia, BS 25122 Italia
+ Google Maps
Telefono:
+39 030 49137
Sito web:
http://www.museobrescia.net/it/