Correttore di bozze

Correttore di bozze 12 marzo 2015

Hai occhio per i refusi? Cercali per lavoro!

 

Profilo professionale

Il compito del correttore di bozze è rilegge un testo alla ricerca di errori:

  • refusi (errori di battitura e di stampa, ma anche uso di spaziature, grassetti, maiuscole/minuscole ecc.)
  • errori di grammatica (ortografia e sintassi)
  • lapsus (parole inserite al posto di altre).

È una figura molto importante nel mondo dell’editoria, perché è difficile per chi scrive testi – libri, articoli, ma anche locandine, opuscoli ecc. – vedere i propri errori.

In editoria si usa frequentemente il giro di bozze: il testo viene letto a rotazione da più persone perché difficilmente un solo correttore riesce a trovare tutti gli errori.

Una precisazione. L’attività di correzione di bozze non va confusa con quella di editing. L’editing consiste nell’intervento sul testo per migliorarlo dal punto di vista stilistico e di contenuto. La bozza è il prodotto successivo a questa attività e dovrebbe contenere solo errori di battitura: su questi lavora essenzialmente il correttore.
Può capitare, però, che al correttore sia richiesto anche un intervento di revisione del testo: in questo caso la distinzione tra editing e correzione di bozze è più sfumata e le figure che intervengono sul testo possono confondersi o sovrapporsi.

 

Formazione

Non è prevista una formazione specifica obbligatoria per questa figura. In commercio ci sono diversi manuali utili all’auto formazione. Esistono anche corsi privati dedicati alla correzione di bozze.

Se non è obbligatoria una formazione specifica, è fondamentale invece possedere questi requisiti: 

  • buona cultura generale
  • ottima conoscenza della lingua e della grammatica italiana (o della lingua in cui effettua la correzione)
  • attenzione e meticolosità

 

Accesso alla professione

Il correttore di bozze presta la sua attività per:

  • società che forniscono servizi editoriali; le case editrici frequentemente “esternalizzano” varie attività (correzione, editing, traduzione, impaginazione ecc.)

È un lavoro che di solito si svolge a casa.

 

E per approfondire…

  • un blog per entrare nel vivo della professione
  • un romanzo con protagonista un correttore di bozze
  • un esempio di simboli utilizzati per la correzione (dal Nuovo manuale di stile di Zanichelli)

 

Informazioni aggiornate a: aprile 2017

Vuoi imparare le tecniche di ricerca attiva? Consulta la sezione cercare lavoro.

 

 

Photo by Nic McPhee