Concorso pubblico: sai cos’è?

Concorso pubblico: sai cos’è? 14 settembre 2016

Se una pubblica amministrazione (per esempio un comune, una scuola, un’azienda del servizio sanitario nazionale) vuole assumere, in genere deve indire un concorso pubblico aperto a tutti. Questo vale sia per le assunzioni a tempo indeterminato che per quelle a tempo determinato.

 

Il concorso è una procedura selettiva volta all’accertamento della professionalità richiesta per il ruolo che il lavoratore svolgerà.

Esistono varie tipologie di concorso:

  • per titoli ed esami: prevede l’attribuzione di un punteggio per il curriculum scolastico e professionale al quale si sommano i punteggi ottenuti con le prove d’esame
  • per soli esami: la selezione avviene unicamente sulla base del punteggio riportato nelle prove d’esame
  • per soli titoli: non prevede prove d’esame, perché il punteggio è attribuito unicamente in base al curriculum, alle pubblicazioni, alle esperienze professionali
  • corso-concorso: prevede una preselezione di candidati che verranno ammessi a un corso di formazione
  • selezione: prevede prove di accertamento, anche solo orali, della professionalità richiesta dai profili di qualifica o di categoria

 

Per accedere a un concorso pubblico devi possedere alcuni requisiti generali fissati dalla legge:

  • cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea
  • età non inferiore ai 18 anni
  • idoneità fisica a ricoprire l’impiego
  • non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione
  • non aver riportato condanne penali – o non aver procedimenti penali in corso – che impediscano la costituzione del rapporto d’impiego con la pubblica amministrazione
  • essere in regola con le leggi concernenti gli obblighi militari
  • godere dei diritti politici
  • possesso di accertate conoscenze dell’uso di apparecchiature e software informatici e di almeno una lingua straniera

Altri requisiti specifici (es. titolo di studio), sono definiti dall’ente che indice il concorso e riportati nel bando.

 

Se vuoi partecipare a un concorso, la prima cosa che devi fare è procurarti il bando. Copia del bando può essere scaricata dal portale dell’ente emanatore (sezione concorsi) oppure essere richiesta direttamente all’ente

Il bando contiene tutte le informazioni che ti servono per partecipare al concorso:

  • ente emanatore
  • posti messi a concorso
  • professionalità e categoria contrattuale
  • requisiti generali di ammissione
  • requisiti specifici
  • trattamento economico
  • modalità di presentazione della domanda e documenti da allegare
  • date e luogo di svolgimento delle prove o modalità con le quali il condidato verrà informato
  • contenuti delle prove
  • titoli valutabili
  • eventuale riserva di una quota di posti agli aventi diritto

Nel bando sono sempre indicati i contatti dell’ufficio concorsi, al quale rivolgersi per ogni dubbio o chiarimento.

Presta particolare attenzione alle modalità di presentazione della domanda. Il mancato rispetto dei termini e delle modalità comporta l’esclusione dal concorso.

Quasi sempre è annesso al bando uno schema di domanda, da compilare e consegnare, generalmente allegando un curriculum.

 

Le prove d’esame sono generalmente 3: due prove scritte, di cui una a contenuto teorico-pratico, e una orale. Le materie delle prove sono indicate nel bando. Se le domande pervenute sono molte, l’ente può fare espletare una prova di preselezione.

La prova orale consiste in un colloquio sulle materie della prova scritta più eventuali altri materie, l’accertamento delle conoscenze informatiche e della lingua straniera

Il superamento di ogni prova è necessario per poter essere ammessi a quella successiva. La prova si considera superata se si è raggiunto il punteggio di 21/30.

Il punteggio finale è dato dalla somma dei punteggi delle prove con i punteggi ottenuti con i titoli (se concorso per titoli ed esami). La graduatoria degli idonei (coloro che hanno superato il concorso), in ordine decrescente, serve a coprire i posti messi a concorso. Tutti gli altri idonei concorrono a formare una graduatoria triennale a cui l’ente può fare riferimento per nuove successive assunzioni di personale con analoghe mansioni.

 

Come venire a conoscenza dei concorsi aperti? L’ente che bandisce il concorso è tenuto a darne adeguata pubblicità. In genere, il concorso è pubblicizzato attraverso più di un canale:

  • albo pretorio dell’ente, un apposito spazio presso il quale le pubbliche amministrazioni affiggono notizie e avvisi di interesse pubblico
  • Gazzetta ufficiale IV serie speciale – Concorsi ed esami
  • bollettini ufficiali regionali; in Lombardia BURL
  • portale dell’ente, sezione concorsi

Puoi trovare i concorsi banditi in provincia di Brescia sull’Informalavoro del Comune di Brescia.

 

In ultimo, alcuni consigli:

  • leggi attentamente e in ogni sua parte il bando
  • non dimenticare firma, data e altre informazioni fondamentali nella domanda di partecipazione
  • ricordati di presentarti alle prove munito di un documento d’identità

 

Informazioni aggiornate a: settembre 2016

 

 

Photo by Brett_HondoW