A Brescia è arrivato il Centro Europe direct

A Brescia è arrivato il Centro Europe direct 10 maggio 2018

Mercoledì 9 maggio 2018 è stato inaugurato il nuovo Centro Europe direct a Brescia presso lo Spazio MO.CA – Centro per le nuove culture in via Moretto 72.

Di cosa si tratta? In cosa potrebbe interessarti? Come potrebbe coinvolgerti?

Il sito ufficiale dell’Unione europea lo presenta così: Domande sull’UE? Europe Direct può aiutarti.

L’obiettivo di Europe direct è avvicinare l’Europa ai cittadini e i cittadini all’Europa: promuovere il dialogo sull’Europa e favorire la costituzione di una cittadinanza europea attiva e consapevole.

Di fatto i Centri di informazione Europe Direct, insieme ai Centri di documentazione europea, sono la rete di centri d’informazione e documentazione della Commissione europea. In Italia sono 51 e più di 400 in Europa.

A Brescia il Centro Europe direct è uno sportello aperto ai cittadini che cercano informazioni sulle attività e le opportunità offerte dall’Unione europea.

Cittadini singoli, studenti, insegnanti, ricercatori, professionisti e: imprese, start upassociazioni, enti pubblici, scuole, cooperative.

Se hai domande sui tuoi diritti personali, civili, politici, economici e sociali di cittadino e residente dell’Unione europea, su sovvenzioni, appalti e finanziamenti europei, il Punto Europe direct ti darà informazioni ufficiali e semplificate per aiutarti a vederci più chiaro.

Il Centro Europe direct può aiutarti nella ricerca di documenti e pubblicazioni sull’UE o recapiti di organizzazioni e organismi competenti o altre fonti d’informazione o materiale per una tesi scolastica o accademica o indicazioni su dove trovare aiuto e consulenza legale su leggi specifiche dell’UE.

Puoi chiedere aiuto al Centro Europe direct se vuoi invitare un esperto di Unione europea (giurista, consulente, accademico) e organizzare una presentazione, un seminario o un dibattito sull’Unione europea nella tua scuola o nella tua zona o presso la tua associazione.

Puoi proporti come volontario, presso il Centro Europe direct di Brescia o in un Centro Europe direct europeo tramite lo  SVE (European Voluntary Service), come le ragazze nella fotografia. Nel progetto del Centro Europe Direct Picardie nella Francia del Nord i volontari cercano di incoraggiare altri giovani a partecipare a programmi di mobilità europea.

Come?

  • aiutano nell’organizzazione di eventi (dibattiti, European day of languages – a Brescia, per esempio, c’è appena stata la Festa dell’Europa…)

  • preparano presentazioni sullo SVE e raccontano la propria esperienza nelle scuole

  • creano strumenti educativi (p.e. giochi, poster, ecc) 

  • accolgono il pubblico durante fiere, eventi e forum sull’Europa

  • aumentano la consapevolezza soprattutto fra i giovani rispetto alle elezioni europee

Tra gli eventi dei Centri Europe Direct Italia in Italia, c’è, dall’8 al 27 maggio 2018, l’iniziativa #UEalgiro: l’Europa al giro d’Italia 2018: lungo le tappe italiane del Giro, la Commissione europea promuove i siti naturali o artistici restaurati, valorizzati o ricostruiti dall’Unione europea, i progetti di ricerca e innovazione, i prodotti DOP italiani, il sostegno alle piccole e medie imprese italiane.

Un camper con i colori della bandiera UE seguirà le biciclette per informare e sensibilizzare i cittadini e gli appassionati di sport sulle politiche europee su l’ambiente, lo sport, la salute, la mobilità sostenibile e la sicurezza alimentare.

 

Se ti sei incuriosito prova a fare un giro al Centro Europe Direct di Brescia: è dentro il MO.CA, nel Palazzo Martinengo Colleoni, dove c’era il tribunale, in via Moretto 72. È aperto: martedì mattina dalle 9 alle 12 e venerdì pomeriggio dalle 14 alle 17.

 

Una ultima – last but not least – curiosità che vale una visita: gli spazi del Punto Europe direct ospitano una mostra permanente delle opere realizzate dai partecipanti all’officina creativa Atelier dell’Asilo Notturno San Riccardo Pampuri di Brescia sotto la guida dei giovani artisti brescianiClaudia Zaccagnini, (artista visiva, curatrice degli oggetti di scena dello spettacolo teatrale La casa nella testa del Laboratorio Metamorfosi a cura di Teatro19U.O.P. 23 degli Spedali Civili di Brescia), Stefania Stuto (fotografa, vincitrice del 2° premio del concorso fotografico Castegnato Scatta), Alessandro Pagnoni (diplomato a Brera in scultura, nel 2017 ha guidato il progetto del Comune di Brescia nel giardino Nicoletto fra le case popolari di via Lottieri: fare manutenzione alle panchine, togliere le scritte dal muro del cimitero, tenere pulita da erbacce la rotonda in via Corsica).

Insieme avevano curato nel 2017 – nell’ex bunker di via Odorici intestato il 4 febbraio 2018 a Vittorio Arrigoni – la mostra Brescia My Town feat. F-Orme per documentare il passaggio dei migranti nella città, tra viaggio, conoscenza della storia, segni.

 

… un’ultima segue l’ultima: all’interno di Palazzo Martinengo Colleoni, vicino al Punto Europe Direct, trovi lo Sportello orientamento estero dell’Informagiovani di Brescia.

Se stai progettando di continuare gli studi all’estero o ti immagini fare un’esperienza di lavoro in un altro Paese e non sai bene da che parte iniziare o a chi chiedere come muoverti puoi (e hai meno di 35 anni) puoi chiedere un appuntamento per un incontro gratuito con gli esperti di mobilità europea.

Sapranno darti anche informazioni sui programmi europei rivolti ai giovani nell’ambito della cultura, della formazione, del volontariato e, soprattutto, possono aiutarti a orientarti.

Per fissare un appuntamento basta andare all’Informagiovani in via San Faustino 33b: dopo un primo colloquio verrai contattato via email o per telefono dalla responsabile dello Sportello orientamento estero e concorderete insieme il giorno e l’orario dell’incontro.

Photo by European youth portal