Baby sitter

Baby sitter 24 maggio 2016

Il baby-sitting consiste nell’occuparsi saltuariamente di bambini, di solito presso l’abitazione delle famiglie che richiedono il servizio.

La retribuzione è molto variabile e dipende da vari fattori: se l’attività è occasionale normalmente si viene pagati a ore, ma se l’incarico è svolto con continuità si può stabilire con la famiglia un compenso forfettario per il mese o la settimana.

 

Requisiti

  • può essere utile un diploma in campo socio-educativo o frequentare un corso di laurea nel medesimo ambito
  • buone doti relazionali, pazienza, disponibilità, elasticità negli orari

 

Ricerca del lavoro

Il passaparola tra amici, parenti e conoscenti e fare circolare la notizia che si è in cerca di questo lavoro rimane ancora il metodo più proficuo.

Può essere utile anche l’inserzione di un annuncio sui giornali locali, oppure l’esposizione di esso all’interno di esercizi commerciali in cui si è conosciuti (es. bar).

Puoi inviare la tua candidatura anche alle cooperative sociali di tipo A specializzate in attività educative e di assistenza ai minori.

Esistono anche portali d’incontro domanda-offerta, dove si sottoscrive una quota di iscrizione per essere inseriti nel team o la registrazione è completamente gratuita.

Eccone alcuni:

Per approfondire le tematiche relative alla ricerca attiva del lavoro, consulta la sezione Cercare lavoro.

 

Informazioni aggiornate a: maggio 2016

 

 

Photo by Wikimedia commons